Disclipline Olistiche Reiki,Karuna,Healing - Alta Magia e Ritualistica Salomonica

Alta Magia e Ritualistica Salomonica
magici insegnamenti
Magia Salomonica
Petacle rex salomonic
Mago sensitivo cartomante Cell. +39 3355394700
Vai ai contenuti
Strumento operativo,Talismano dei dieci poteri
Magico Altare dell'abero della vita

Disclipline Olistiche Reiki,Karuna,Healing

Discipline Olistiche Reiki Karuna Healing

PUÒ MIGLIORARE LA NOSTRA VITA?                                        
Ci auguriamo che possa trovare quello che cerca.
L’obbiettivo del centro di Bioenergia Pranoterapia del master Reiki Roberto è fornire un servizio d’alta qualità accompagnato da un miglior livello di “soddisfazione clienti e allievi”. – Farò tutto il possibile per soddisfare le sue esigenze.
Il mio lavoro si fonda sulla convinzione che le necessità dei clienti sono la priorità assoluta.
E  sono completamente dedito alla soddisfazione di queste necessità. Di conseguenza, la maggior parte dei nostri clienti sono abituali o clienti inviati da quest’ultimi.
Sarò lieto di avere la possibilità di guadagnare la tua fiducia e di fornirti il miglior servizio come operatore del benessere.
Questo pagine ha lo scopo di divulgare le varie conoscenze delle terapie del benessere naturale come
Reiki, karuna, Healing Wisdom,Pranoterapia e Chelazione,lavaggio energetico,  
Tutto ciò che fa parte delle tecniche olistiche, esoteriche e di spiritualità, sia per i ricercatori della verità sia per chi è appassionato a tali discipline Regola di Vita Spirituale.
Per oggi sentiti libero e Felice. Per oggi ascolta te stesso. Vivi nella consapevolezza e nel presente , riconosci i tuoi
benefici. Rispetta tutto ciò che ti circonda persone e animali compresi . Fai del tuo meglio segui il tuo cuore . Ama la vita e benedici ciò che ti circonda con amore!
Principi Reiki(i cinque precetti)
solo oggi (kyo dake wa)
non essere arrabbiato, (ikarazu)
non essere impaurito (osorezu)
con onestà, (shojiki ni)
esegui diligentemente il tuo dovere, (shokumu ni hagemi)
sii buono con gli altri. (hitoni shinsetsu ni)
CHELAZIONE, GUARIGIONE SPIRITUALE
La Guarigione Spirituale è un viaggio all’interno di noi stessi, è un percorso che ci riporta a trovare il senso della nostra vita, pertanto a ritrovare la via della felicità, attraverso l’abbandono di tutti quei modelli comportamentali e di pensiero che ci creano Stress, Paura, Insoddisfazione e Vuoto Interiore.
L’insieme di questi fattori indebolisce il nostro sistema immunitario, predisponendo l’organismo alle più svariate patologie, ognuna delle quali è strettamente legata a modelli comportamentali errati, quindi, non in sintonia con la nostra vera essenza.
Per quanto possa sembrare assurdo e semplicistico, sono la vera causa dei nostri mali a tutti i livelli:
Fisico,Mentale,Emozionale e Spirituale.

GRAZIE PER AVER VISITATO! QUESTA PAGINA
COS’È E COSA NON È REIKI
Il Reiki è un sistema terapeutico piacevole e globale.
Fin dai tempi remoti è la forza interiore e la tua voglia di vivere, è la tua energia, il “ki” più la luce divina ,lo spirito e il suo amore , è la benedizione che viene dall’alto e si canalizza dentro di noi, “Rei”. Rei e Ki formano la parola Reiki.
E’ l’Energia Spirituale che ci sostiene e ci nutre, energia intelligente che sa come muoversi e di cosa hai bisogno. Quando è canalizzata in noi ti lascia un senso di pace interiore e tranquillità equilibrando la tua Bio energia, riportando in stato attivo le cellule passive che creano disfunzioni e dolore al nostro organismo.
A mio avviso la pratica costante di Reiki su se stessi attiva il DNA.
Il Reiki non è una moda ma un’Arte antica di auto guarigione, è un’integrazione in abbinamento ad altre metodiche terapeutiche.
Il Reiki è una disciplina olistica che da armonia, amore e sintesi di tutte quelle energie dolci e sottili; ogni singolo essere vivente riceve da esso le sue benedizioni quotidianamente.
Vari maestri lo chiamano il grande Spirito, la forza vitale dell’universo, energia vitale perchè il contatto con essa da vitalità all’intero sistema.
Onda cosmica che placa ed addolcisce il dolore e induce uno stato di sonno profondo come se fosse anestesia è l’onda cosmica che irradia vibrazioni che esaltano e sollevano l’individuo ad un livello di Armonia.
Il Reiki ti conduce verso situazioni e persone che illuminano la tua vita.
Cerca attorno a te i tuoi maestri, le persone che ti danno forza e chiarezza.
Reiki è la tua energia nel nuovo mondo che si sta aprendo.
trattamenti  reiki
Reiki
Healing il fuoco nel cuore
REIKI
Reiki, è un’antica arte di guarigione naturale. Reiki è l’Energia Vitale Universale, tale energia viene trasmessa dall’operatore Reiki attraverso le sue mani Un numero crescente di guaritori lo inserisce nel proprio programma di trattamento o a volte tratta esclusivamente solo con Reiki, ma soprattutto sempre più profani lo usano come supporto efficace per una vita sana e libera da disturbi.Reiki viene definita come quella forza che sta alla base di tutta la vita. Reiki produce un diventar sani nel senso originario, perchè conduce la persona ad un’armonia con se stessa e le forze basilari dell’universo.Con Karuna Reiki si lavora a stretto contatto con i Maestri Ascesi incarnati e non, molto spesso le mani dell’operatore vengono guidate da queste Energie Superiori. Karuna è un metodo complementare a Reiki e lo usa in combinazione.Inoltre Karuna, potenzia notevolmente l’Energia di Reiki Usui, ed attraverso l’uso di Mantra e Simboli si lavora molto in profondità al livello delle memorie cellulari creando un benessere vero e duraturo.
Monaco budista con Roberto
A.R.T.   ADVANCED REIKI TRAINING
Il seminario di A.R.T. Advanced Reiki Training, è stato creato per tutti coloro che hanno l’esigenza, dopo aver frequentato il secondo livello di Reiki, di qualcosa in più, una tecnica per rafforzare la mente ed espandere la coscienza, che possa proteggere se stessi e gli altri, meditazioni guidate per incontrare le nostre guide, ed infine un utile strumento di guarigione fisica.
Questo ulteriore «livello» di Reiki, da la possibilità di fare trattamenti «autorizzati» su persone che hanno dei problemi sia fisici che energetici.
PROGRAMMA
Il programma del seminario è il seguente:
– Il simbolo Master di Usui, per aumentare la tua energia Reiki
– Il simbolo Master per incrementare l’efficacia dei simboli di 2° livello Reiki e per eseguire trattamenti.
– Meditazione Reiki per rafforzare la mente ed espandere la coscienza.
– Tecniche avanzate di utilizzo Reiki per risolvere problemi e raggiungere obiettivi
– Utilizzo Reiki per proteggere se stessi e gli altri
– Utilizzo di cristalli e pietre con Reiki.
– Come realizzare una griglia Reiki per continuare a dare energia reiki a tutti.
– Pulizia dell’aura con Reiki per rimuovere l’energia psichica negativa da se stessi e da altri.
– Meditazione in movimento con il simbolo Master per radicarsi e focalizzarsi
– Iniziazione ART operatore e Master ART
Al Master di Art possono accedere tutti i Reiki Master Usui, i candidati riceveranno l’iniziazione a Master e le conoscenze per iniziare operatori e Master.




 Seminario di healing la forza dell'amore
" si imparera a fare la chelazione"
È un lavoro interiore ,si lavorerà sulle forme pensiero che creano i nostri blocchi energetici che internamente risuonano con i nostri squilibri energetici e su cui si lavora per poterli rilasciare, che rappresentano sia i diversi problemi che vogliamo risolvere nel presente quotidiano, tali blocchi ci privano di energie essendo di solito viventi nel nostro mondo psichico inconscio e subconscio,e riflettono a livello del nostro corpo mentale – inferiore ed astrale – emozionale,una volta rilasciati darà spazio per creare nuove scelte e nuove possibilità future, imparando ad uscire da un atteggiamento dell’essere vittima.

Le resistenze che abbiamo nell’assumere totalmente la responsabilità della nostra vita, vengono in superficie insieme a tutte le scuse che includono il vittimismo, il sentirsi abbandonati e rifiutati, tematiche in cui usiamo il biasimo e collera verso gli altri, verso gli eventi verso l’esterno bloccando cosi la nostra evoluzione e crea rotture sia nel nostro amore che nel nostro potere.
Si imparerà ad attingere dalla consapevolezza universale amorevole, vi saranno esercizi di preparazione per attivare l’energia sia fisica mentale e spirituale, si lavorerà anche con l’energia madre TERRA si lavorerà attivando il chaka del Cuore si imparerà la terapia della chelation meditativa di guarigione spirituale, la si riceverà e la si darà questo avverrà in un scambio tra i presenti (dare e ricevere) .
Dopo il suo trattamento si raggiunge un profondo rilasciamento e permette un viaggio all’interno di noi stessi,che per la prima volta sarà guidato da me, è un percorso che ci riporta a trovare il senso della nostra vita, pertanto a ritrovare la via della felicità, attraverso l’abbandono di tutti quei modelli comportamentali e di pensiero che ci creano stress, paura , insoddisfazione e vuoto interiore.
L’insieme di questi fattori indebolisce il nostro sistema immunitario, predisponendo l’organismo alle più svariate patologie, ognuna delle quali è strettamente legata a modelli comportamentali errati, quindi non in sintonia con la vostra vera essenza.
Per quanto possa sembrare assurdo e semplicistico,sono la vera causa dei nostri mali a tutti i livelli:fisico, mentale,emozionale e spirituale.
Uscire da uno schema dell’essere vittima , per scoprirci di essere un essere creativo durante il seminario vi sono trattamenti contro parassiti energetici spirituali.
Questo seminario può essere svolto nella tua Città con un minimo di 10 o 12 partecipanti per Informazione chiama al 3355394700         Healing la forza dell'Amore
KARUNA REKI
ORIGINI DEL METODO.
Il metodo Karuna Reiki è stato sviluppato da William L. Rand, un Master di Reiki che vive negli Stati Uniti. I simboli utilizzati sono stati canalizzati da diversi altri Master Reiki, fra i quali: Marcy Miller, Kellie-Ray Marine, Pat Coutney, William Rand sperimentò i simboli e ne riscontrò il valore, meditò su di essi e fu guidato a stabilire le procedure di attivazione e a chiamare il nuovo metodo “Karuna Reiki”.
Alcuni dei simboli utilizzati in Karuna Reiki si trovano anche in molti altri metodi ma con un’efficacia ed una potenza di guarigione molto inferiore.
L’energia di Karuna Reiki è diversa da quella di Reiki Usui, ed in effetti chi l’ha sperimentata la trova molto più potente.
E’ un’energia che si percepisce in modo più definito e lavora contemporaneamente su tutti i corpi energetici.
Molti di quanti ricevono l’attivazione riferiscono di aver avuto esperienze con le proprie Guide Spirituali, con Angeli e il Sé Superiore, oltre a percepire la presenza guaritrice di altri esseri illuminati.
Karuna è un termine sanscrito usato anche nell’Induismo, nel Buddhismo e nello Zen; si applica a qualsiasi azione venga intrapresa per alleviare le sofferenze altrui e potrebbe essere tradotto come azione compassionevole.
Karuna è la qualità motivante di tutti gli esseri illuminati che lavorano allo scopo di portare armonie ed equilibrio alla terra e agli uomini.
Essi ci inviano un flusso continuo e illimitato di energia di guarigione e guida, ma non tutti sono ricettivi a questo: sviluppando Karuna in voi stessi, non solo potrete aiutare gli altri, ma diventerete anche più ricettivi al Karuna che viene inviato dagli esseri illuminati.
In questo modo viene accelerata anche la vostra guarigione.
Karuna Reiki vi apre alla possibilità di lavorare in stretta connessione con tutti gli esseri illuminati, sia quelli presenti fisicamente, sia quelli presenti in spirito.
Karuna Reiki è un’energia guidata dai Maestri che seguono l’evoluzione del Pianeta.

LA STORIA DEL KOMYO REIKI – DALLA TRADIZIONE GIAPPONESE-
Mikao Usui nasce nel villaggio Taniai-Mura il 15 agosto 1865. Buddista, visitò l’Europa e l’America e studiò in Cina. Sperava di avere successo nella vita, ma incontrò molte difficoltà.
Depresso a causa dei diversi intoppi, Usui scalò la sacra montagna Kurama in Kyoto (l’antica capitale giapponese) e dopo avervi meditato senza cibo per ventuno giorni, sentì all’improvviso una grande energia sopra di se, fu illuminato ed ottenne il trattamento reiki.
Inizialmente i trattamenti reiki erano su se stesso e sui membri della sua famiglia, constatandone l’immediata efficacia.
Usui decise che era meglio dividere i benefici di questa tecnica con tutta la popolazione, piuttosto di utilizzarlo solo per arricchire la propria famiglia. Nel 1922, ad Aoyama, Tokyo, Mikao Usui fondò la “Usui Reiki Rioho Gakkai” per insegnare il Reiki.
Arrivavano persone anche da molto lontano per potersi sottoporre ai trattamenti reiki di Usui.
Nel settembre del 1923, ci fu un grande terremoto e Mikao Usui curò e salvò molte persone. Morì il 9 marzo 1926 a Fukuyama nelle vicinanze di Hiroshima.
Chujiro Hayashi (1879-1940) era un capitano della Marina Imperiale Giapponese. Allievo di Usui, divenne Reiki Master (insegnante reiki) nel 1925, dopo il congedo dalla marina.
Aprì la sua clinica Reiki a Shinano-Cho, Tokyo, ed ebbe il grande merito di diffondere la tecnica Reiki in gran parte del Giappone, anche se leggermente modificata rispetto a quella insegnatagli dal maestro Usui. Hawayo Takata (1900-1980), una giapponese-americana nativa delle Hawaii, giunse nella clinica di Hayashi dopo che le era stata diagnosticata una grave malattia. Grazie ai trattamenti reiki di Hayashi, guarì completamente in quattro mesi.
Rimase come studentessa nella clinica giapponese per circa un anno prima di tornare alle Hawaii. Hayashi andò a trovarla nelle Hawaii nel 1938 e la fece diventare reiki master.
Takata adattò la tecnica reiki tradizionale giapponese alla mentalità occidentale (inventando per esempio che Mikao Usui era un professore cattolico e che il Reiki era una antica tecnica indiana).
Aprì la sua scuola reiki e creò ventidue reiki master grazie ai quali il metodo di guarire con le mani si diffuse in tutto l’occidente, fino a tornare “americanizzato” nel 1984 in Giappone, diventando sempre più popolare.
Ma la tecnica tradizionale di Usui non andò persa nei vari adattamenti portati dalla Takata. In giappone infatti, un’altra allieva di Hayashi, Miss. Chiyoko Yamaguchi (1921-2003), continuava ad insegnare la tecnica originale imparata dal maestro.
L’allievo più importante della Yamaguchi è sicuramente il monaco buddista Hyakuten Inamoto , fondatore della Komyo Reiki Kai ed attualmente impegnato, in varie parti dell’Australia, dell’Europa e del continente americano, a far conoscere ed a riportare alle origini i trattamenti, i simboli e le tecniche del Reiki tradizionale giapponese di Mikao Usui. Nel 2004, già iniziata al reiki nel metodo americano, ho avuto la fortuna di poter incontrare il monaco Hyakuten, Grazie ad una amica Chiara Grandi la quale intuitivamente la prima a formare una filiale della scuola di Hyakuten con il nome Komyo Reiki Kai Italia.
Scopo di diffondere l’insegnamento, sono uno dei primi master di questa scuola nel portare l’insegnamento.
Ma quali sono le differenze tra la scuola tradizionale giapponese e le tecniche americane?
Prima di tutto la storia di Usui. Nel Reiki americanizzato, Mikao Usui era un professore universitario cattolico al quale i suoi studenti avevano chiesto come mai Gesù e Budda riuscissero a guarire con l’imposizione delle mani.
Allora Usui andò in India a studiare gli antichi scritti buddisti tibetani e da qui scoprì il Reiki. Secondo la tradizione giapponese Usui era invece un buddista che apprese il reiki dopo un periodo di meditazione.
Altre differenze sostanziali le si trovano nei simboli. Tutti i simboli ed i relativi mantra del reiki tradizionale sono stati cambiati nel reiki americano. Nelle diverse modifiche avvenute in occidente, sono stati introdotti anche nuovi simboli che prima non esistevano.
Anche il metodo per dare le armonizzazioni (i reiju che servono per acquisire un nuovo livello reiki) sono differenti per tecnica e numero.
Reiki sibol
LA STORIA DEL REIKI – VERSIONE OCCIDENTALE –
Mikao Usui insegnante e monaco, durante un suo insegnamento un allievio si alzò e chiese il permesso di parlare. Gli venne concessa la parola e disse: parlo in nome di tutti noi studenti, noi che siamo giovani e abbiamo tutta la vita davanti a noi, molti dubbi e timori e non possiamo basarci sulla sola fede; Voi siete stato la nostra guida, conosciamo la Vostra fede profonda delle Sacre Scritture.
Vi chiediamo di darci una Vostra dimostrazione che ciò che è scritto nelle Sacre Scritture corrisponde a verità.
Usui affermò che è verità quello che riportano le Sacre Scritture e che esistono testimonianze storiche che dimostrano le capacità taumaturgiche di Gesù e Budda; ma lo studente continuò:”noi Vi rispettiamo come nostro Maestro ma tra poco noi non saremo più in questa scuola e dovremo cavarcela da soli, Vi chiediamo di farci vedere come si cura e si guarisce un ammalato”.
Usui rispose che non poteva farlo perché nessuno glielo aveva insegnato.
Lo studente riprese con un velo di amarezza nella voce dicendo: noi Vi ringraziamo per tutto il Vostro insegnamento ma ora sappiamo che la Vostra fede è una fede cieca e noi non vogliamo credere ciecamente.
Vogliamo fatti e dimostrazioni tangibili, vogliamo la certezza che tutto quello che facciamo e diciamo esiste davvero e continuò la sua polemica con rispetto verso il Maestro Usui; Mikao Usui rispose:”bene dunque io non posso dimostrarvi nulla in questo momento ma un giorno ve lo proverò e per fare questo fin da ora rassegno le mie dimissioni da ogni mio incarico e parto per la ricerca della verità sul segreto della guarigione, e quando la troverò ritornerò e vi dimostrerò”.
E così Mikao Usui partì alla ricerca di come poter guarire gli ammalati.
Per oltre sette anni approfondì le sue ricerche delle filosofie Cristiana e Buddista.
Si recò in vari Monasteri chiedendo ai Monaci se i Sutra avevano veramente la capacità di guarire e ogni volta ringraziava e andava in visita ad altri Monasteri di varie filosofie.
inalmente incontrò un Tempio Zen, fu accolto con benevolenza dai monaci, gli fu accordato il permesso di leggere i Sutra e di partecipare alle loro Meditazioni.
Dovette imparare il cinese perché la maggior parte dei Sutra erano scritti in quella lingua, poi pensò che Budda era nato in India e che sicuramente molte delle Scritture non erano state ancora tradotte e fu proprio in quei Sutra scritti nella antica lingua Sànscrito che Usui alla fine trovò la formula.
Niente di complicato, semplice e chiara, ma la formula era stata scritta 2500 anni prima, doveva essere interpretata correttamente, avrebbe funzionato o l’avrebbe ucciso?
Usui parlò con un monaco che dirigeva il Monastero Zen dicendo:”andrò sul monte Koriyama e mi sottoporrò alla prova per 21 giorni, digiunerò e mediterò a questo punto non posso tirarmi indietro; se al 22 giorno non sarò tornato mandate a cercare il mio corpo perchè vorrà dire che sarò moribondo o morto”.
Partì per il monte Koriyama scegliendo un luogo vicino a un corso d’acqua, sedette sotto un gran cedro ed iniziò la Meditazione, collocò davanti a se 21 sassi e ogni giorno che passava ne toglieva uno. Egli sapeva che doveva aspettare che accadesse qualcosa ma non sapeva cosa. Nel frattempo leggeva la formula e recitava i Sutra, meditava e beveva solo acqua.
Stava per raggiungere l’alba del 21° giorno (l’ultima Meditazione) quando vide in lontananza una piccola luce tremolante come una fiamma di una candela, la luce si avvicina verso di lui puntando diritto alla fronte e l’impatto fu così forte che Usui cadde a terra all’indietro.
Quando incominciò a guardarsi intorno, ripresosi dallo stordimento causato dall’impatto con la luce, vide milioni e milioni di sfere di luce agitarsi, muoversi e danzare davanti a lui. Le sfere avevano tutti i colori dell’arcobaleno, una grande luce apparve davanti a lui e come su uno schermo egli vide passare in lettere dorate ciò che aveva appreso quando leggeva il testo Sànscrito.
Le parole pulsavano davanti ai suoi occhi:” ricordati….ricordati…..è così. Ricordati”.
E Usui ricordò. Usui non sentiva più dolore, fame, paura, stanchezza e sentì di aver ricevuto una Benedizione quel giorno. Usui esclamò ” ora posso gettare l’ultimo sasso”. Si alzò e riprese il cammino di ritorno, si accorse che le sue gambe erano forti e i suoi piedi stabili come se avesse pranzato;
Questo è il primo miracolo, pensò, mi sento sazio e riposato.
Nel scendere la montagna si sono susseguiti eventi straordinari ed altri miracoli dopo un poco incontrò una locanda e si fermò e lì iniziò i suoi primi trattamenti verso i bisognosi e anche verso la figlia del locandiere che ne trasse benefici.
Verso sera fu di ritorno al Monastero Zen e come prima cosa volle vedere il Monaco per raccontargli ogni cosa, ma il monaco soffriva di artrite ed era preda ad un violento mal di schiena e Usui lo guarì imponendo le sue mani.
Usui inizio nei sobborghi di Kyoto e nei quartieri dei mendicanti e così inizio a diffondere il Reiki.
Usui incontrò il dottore Chijiro Hayaschi e divenne uno stretto collaboratore di Usui egli diresse la prima clinica Reiki in Giappone dove sperimentò l’efficacia di tale terapia nel ristabilire l’equilibrio energetico.
Gli successe nel 1941 una sua ex paziente ed allieva Hawayo Takata, terza e grande Maestra. Ella formò nuovi maestri perchè nulla andasse perduto, e nel 1980 creò l’American Reiki Association, d’impostazione Sperimentale.

             TIBETAN REIKI STYLE
La Storia del Reiki Tibetano
Le tecniche di Reiki Tibetano furono integrate nel sistema Usui, da un americano di nome Arthur Robertson il quale è stato studente di una insegnante formata dalla Takata, una certa Iris Ishikuro. Il metodo che Robertson ideò venne chiamato Raka Kai Reiki.
Che Reiki provenisse dal Tibet è stato spesso intuito, anche perchè Usui stesso vi soggiornò diverso tempo.
Alcuni Master tra la Diane Stein nota in tutto il modo per il suo libro intitolato “Il Libro del Reiki”, e William Rand hanno sposso sostenuto questa ipotesi.
La Stein sostiene che il Reiki derivi dal Buddhismo Vajrajna, che è di origine tibetana.
Questa tesi viene avvalorata dalle lettere acquistate dal Generale George Blackwell. Queste lettere erano state scritto da Usui Sensei e dal suo più fidato allievi Watanabe Sensei, il quale divenne in seguito presidente della Usui Reiki Ryoho Gakkai.
Queste lettere furono tradotte dal Lama Yeshe, che era il figlio del Generale Bleckwell, e contenevano regole ricostruite del “Tantra del Fulmine” (del Buddhismo Vajrajna).
E’ cosa certa che in Tibet vi siano delle pratiche simili al Reiki, in particolar modo per quanto riguarda l’utilizzo delle tecniche. Ma che Reiki sia originario del tibet è ancora da provare.
Vorrei fare una precisazione poco conosciuta, sulla persona di Usui Sensei. Oltre che per il Reiki Usui ai suoi tempi era conosciuto come esperto di Arti Marziali, infatti aveva ricevuto insegnamenti risalenti alle appena scomparse scuole dei Samurai.
I quali a loro volta oltre ad essere abili nel combattimento utilizzando tecniche energetiche, erano altrettanto bravi nella cura, sempre utilizzando l’energia.
Vi era un a pratica dal nome Te a Te (imposizione delle mani), molto simile al Reiki. Tenete presente che i giapponesi avevano acquisito queste conoscenze dalla Cina, la quale a sua volta le aveva importate dall’India e dal Tibet.
Pertanto molto probabilmente la radice delle conoscenze di Usui affonda nel lontano Tibet e nell’India antica. Usui segui il Buddhismo Tendai per tutta la vita, diventando un uomo molto spirituale. Inoltre sin da piccolo praticò diverse Arti Marziali: avrebbe infatti studiato il Kiko (la versione giapponese dei Qi Kung) ad un livello avanzato e un arte Marziale denominata Yagyu Ryu (scuola di Ken Jitsu e Ju Jitsu) nella quale raggiunse i livelli più alti del Menkyo Kaiken.
Facciamo ora un piccolo salto nel futuro e parliamo della Maestra di Robertson Iris Ishikuro. La Ishikuro fu iniziata al Reiki dalla Takata, dopo aver terminato la sua formazione ella si recò in Giappone, con l’intenzione di approfondire il metodo Reiki. In Giappone apprese nuove tecniche, che in America non venivano insegnate.
Al suo ritorno la Ishikuro si stabilì in Canada, dove iniziò a divulgare le sue conoscenze e chiamò il suo metodo Arma. Infatti le sue iniziazioni erano diverse da quelle praticate in occidente dall’Alliance e dalla T.R.T.A.I. ma erano molto simili a quelle praticate in oriente.
Di conseguenza il suo allievo Robertson si trovava ad avere un background diverso da quello dell’Alliance. Fino da allora Robertson integrò alcune Tecniche Giapponesi nel Reiki Usui chiamando la sua techica Raku Kai Reiki. Il metodo Tibetano contiene, simboli, tecniche e iniziazioni diverse da quelle tradizionali del’Usui System.
A queste la Master italiana Maria Remigio ha aggiunto tutta una serie di tecniche e contenuti, di natura gnostica, energetica e psicologica,
che ha poi passato a Rand stesso. Rendendo in questo modo il Reiki Tibetano un percorso veramente completo, e di approfondimento esoterico/spirituale.
IL REIKI TIBETANO NELLA PRATICA
Gli insegnamenti di Reiki Tibetan Style si suddividono i tre livelli, di cui due operatore ed uno Master. Inoltre una cosa molto interessante e veramente valida è l’Iniziazione Tibetana di Guarigione, la quale può essere data a tutti anche a chi non ha Reiki, una volta alla settimana.
I seminari di Reiki Tibetan Style trattano in modo approfondito l’anatomia energetica umana.
Naturalmente sono da considerarsi tecniche di supporto alle convenzionali terapie mediche.
Primo Livello
E’ un efficace lavoro di armonizzazione dei chakra attraverso varie tecniche: mantra, asana, respirazione consapevole, visualizzazioni sui colori, cristalli. E’ prevista un’attivazione.
Secondo Livello
Contiene pratiche che consentono di entrare in rapporto con le energie dinamiche presenti in natura utili per l’addestramento mentale del praticante. Queste tecniche contribuiscono a produrre stati mentali e ritmi fisici che entrano in relazione con particolari sensazioni di chi le esegue, servono per evocare stati mentali armoniosi che inevitabilmente si riflettono nel corpo.
Verranno approfonditi diversi argomenti, tra questi:
– corpo eterico in relazione al corpo astrale
– scopo ed uso del corpo eterico per operare con sicurezza nei trattamenti
E’ prevista un’attivazione.
Livello Master
Tra gli insegnamenti:
– L’ “attivazione di guarigione Tibetana”
Questo tipo di attivazione genera una sensazione di leggerezza e di purezza nel corpo. Produce inoltre un ritmo ondulatorio che stimola i centri del piacere nel cervello dandoci “lo stato benedetto” tanto spesso descritto dai mistici. Può essere ripetuta una volta alla settimana da chi ha frequentato il corso ma può anche essere data a persone che non hanno Reiki e non desiderano fare un corso di Reiki ma che sentono l’esigenza di armonizzare la loro vita fisica, emotiva e mentale.
LIVELLI SEMINARI DI REIKI E I SUOI LIVELLI “ENERGIA VITALE E UNIVERSALE”
L’energia che viene incanalata, attraversa la corona (testa) e arriva alle tue mani. Reiki è un antico metodo di guarigione naturale, risalente a circa 2500 anni fa e riscoperto da Mikao Usui.
La parola Reiki è d’origine giapponese,ed è composta da 2 sillabe(vedi storia del Reiki) Rei=energia universale, KI=l’energia presente in ogni essere vivente, Rei è Ki = Reiki
Energia che permette ad ogni cosa di esistere, e agli esseri viventi di vivere. E’ l’energia che regola il funzionamento stesso dell’universo.
La seconda, KI indica L’energia vitale intrinseca ad ogni essere e/o cosa.
In realtà KI non è altro che un aspetto di Reiki. Si può pertanto affermare, che, Reiki è l’arte che ci permette di armonizzare l’Energia vitale di ogni essere vivente attraverso l’uso dell’energia universale (Rei) è tra i più potenti strumenti di guarigione, in quanto lavora direttamente sulla triade dell’uomo (corpo, mente, e spirito).
Il Reiki è considerato un’iniziazione.
Trasmesso da un Master Reiki mediante 4 iniziazioni chiamate attivazioni.
Le 4 attivazioni del 1°livello sono un processo d’armonizzazione Energetica che permette di aprire i canali energetici attivando cosi le facoltà del risveglio delle mani che curano.
Le attivazioni del 1° livello congiungono l’uomo al cosmo e gli permettono di captare l’energia cosmica. Allevia le sofferenze fisiche di chi lo riceve e la sua vita migliora sensibilmente. Dopo le attivazioni seguono circa 4 settimane di adattamento.
Nel 2° livello le facoltà psichiche e infine trasmettere l’energia a distanza, per mezzo del potere dei simboli. Reiki è Energia intelligente, e va autonomamente a lavorare la dove ce n’è il reale bisogno. L’unica cosa necessaria è la voglia di migliorare la propria vita e la propria salute.
Terzo livello: il terzo livello è istituito per dare la possibilità a tutti coloro che ne faranno richiesta, di ricevere l’attivazione dei Master, senza però avere le conoscenze per poter attivare. Infatti il terzo livello viene dato solo alle persone che lo chiedono per la propria crescita spirituale e per i trattamenti.
Livello Master: la formazione di un Master prevede un periodo di collaborazione con un Master operativo, in modo che il candidato abbia la possibilità di fare una notevole esperienza sulla conduzione dei vari seminari, oltre ad una preparazione tecnica individuale, la durata di tale lavoro non è quantificabile in giorni di lavoro come per i livelli precedenti, ma si dovrà far passare almeno un anno dall’inizio della formazione.
In ogni caso sarà il Master Formatore a decidere se, e quando, il candidato sarà pronto a diventare egli stesso un Master.
LIVELLI KOMYO REIKI
Shoden – 1° livello + 21 giorni di autotrattamento
Tempi:
Ricevuti i quattro Reiju (che devono essere distanziati l’uno dall’altro di almeno un’ora), si deve procedere (da soli) con il trattamento personale per 21 giorni (anche non consecutivi).
La pratica dei 21 giorni di autotrattamento ha il fine di aiutare se stessi.
Chuden – 2° livello + periodo personale
Tempi:
Ricevuti i quattro Reiju (che devono essere distanziati l’uno dall’altro di almeno un’ora), si deve procedere con un periodo di studio per imparare perfettamente simboli, mantra e sensibilizzare la propria percezione dell’Energia.
Non vi è un tempo minimo per questa fase, dipende dalle sensazioni che provi e da quando ti sentirai pronto per proseguire nel tuo cammino. In questa fase potrai già donare trattamenti ad altre persone sia vicine a te che a distanza.
Okuden – 3° livello + periodo personale
Tempi:
Ricevuti i due Reiju (che devono essere distanziati l’uno dall’altro di almeno quattro ore), si incomincia il proprio cammino personale della disciplina Reiki. Raggiunta la pace interiore, potrai conseguire l’ultimo livello. Anche qui non vi è un tempo minimo, la decisione è lasciata alla tua coscienza ed alla tua sensibilità.
Shinpiden – 4 ° livello
Tempi:
Al termine del percorso spirituale (aiuta te stesso, aiuta gli altri, trova la pace interiore), quando sentirai di essere pronto, potrai accedere all’ultimo stadio dell’insegnamento: diventare maestro del Komyo Reiki®. Ancora una volta i tempi non sono stabiliti, ma seguono l’istinto personale.
COME AGISCE IL REIKI DI MICHAO USUI?
Reiki agisce contemporaneamente sul corpo, sulla mente e sullo spirito, pertanto è da considerarsi a tutti gli effetti un metodo Olistico (cioè, che lavora sulla totalità dell’essere), aiutandoci a ristabilire l’ordine originario che è venuto meno. In questo modo Reiki non lavora solamente sul corpo e sul sintomo, ma anche sulle emozioni e sulla mente, e cosa più importante, ci permette di riprendere contatto e coscienza della nostra parte spirituale.
Discendeza Reiki Komyo

Monaco Hyakuten Inamoto e Roberto Milesi
DISCENDENZA KOMYO REIKI® MASTER
* La Realtà ha iniziato Mikao Usui
* Mikao Usui ha iniziato Chujiro Hayashi
* Chujiro Hayashi ha iniziato Chijoko Yamaguchi
* Chijoko Yamaguchi ha iniziato il Rev. Hyakuten Inamoto
* Il Rev. Hyakuten Inamoto iniziato Roberto Milesi……
Da Sinistra il Rev.Hyakuten Inamoto a destra Roberto Milesi
DISCENDENZA REIKI MASTER
* La Realtà ha iniziato Mikao Usui
* Mikao Usui ha iniziato Chujiro Hayashi
* Chujiro Hayashi ha iniziato Hawaio Takata
* Hawaio Takata ha iniziato Phyllis Furumito
* Phyllis Furumoto ha iniziato Karen Patton
* Karen Patton ha iniziato Carolene Heart
* Carolena Heart ha iniziato Meg Bollig
* Meg Bollig ha iniziato Melinda M. De Boer-Wilson
* Melinda M. De Boer-Wilson ha iniziato Francesca Drago
* Francesca Drago ha iniziato
Gianluigi Costa
Roberto Milesi…..
DISCENDENZA KARUNA REIKI™ MASTER/TEACHER
* Fondatore William Lee Rand
* Laura Ellen Gifford e Melinda de Boer
* Roberto Antoniolo
* Marco Valente
* Gianluigi Costa
* Roberto Milesi…..
Discendenza di Advanced Reiki
(Tecniche Japanese)
MIKAO USUI
MANICHI TACHETOMI
AYAKO SASAKI
HIROSHI OTHA
HIROSHI DOI
TAGGART KING
MARIA VALLE
GIANLUIGI COSTA
ROBERTO MILESI…
TIBETAN REIKI STYLE
(Stile Reiki Occidentale, nonostante il nome)
Mikao Usui
(Fondatore Reiki e Usui Reiki Ryoho Gakkai)
Chujiro Hayashi
(Fondatore e Presidente Kenkyu Kai Reiki)
Hawaio Takata
Iris Ishikura
Arthur Robertson
Diane Mc Cumber
William Lee Rand
Melinda M. De Boer-Wilson
Maria Remigio
Fernando d’Anelli
Roberto Milesi
ART – Advanced Reiki Training
(Stile Reiki Occidentale)
William Lee Rand
Melinda M. De Boer-Wilson
Maria Remigio
Fernando d’Anelli
Roberto Milesi
discendenzetib                                         discendenza reiki                 
                                                            Reiki e Massaggio                                                                        Roberto Master Reiki                                                                        Reiki e trattamenti                                                                                                                                                                                 
MASSAGGIO SPIRITUALE
Il risveglio della Kundalini implica una complessa procedura di Yoga, Pranayama e Meditazione, ma esiste, anche un massaggio del piede capace di innalzare l’Energia della Kundalini. Tale massaggio include i sette chakra, che aiutano a collegare i processi collegati al metabolismo. Si basa sulla reflessologia plantare, molto usata nel massaggio Ayurvedico.
L’insieme di questi fattori indebolisce il nostro sistema immunitario, predisponendo l’organismo alle più svariate patologie, ognuna delle quali è strettamente legata a modelli comportamentali errati, quindi, non in sintonia con la nostra vera essenza.
Per quanto possa sembrare assurdo e semplicistico, sono la vera causa dei nostri mali a tutti i livelli:
Fisico,
Mentale,
Emozionale e

Spirituale.                                                                
” TRATTAMENTO E LAVAGGIO ENERGETICO – EMOZIONALE”
Tecnica terapeutica che lavora a fondo con l’energia del terapeuta alla testa della persona dopo aver aperto i chacra bloccati e drenato energia lungo l’aura della persona ,volti a liberare le zone e i tessuti del corpo fisico con eccesso di tensione, e portando in superficie emozioni e conflitti durante questo trattamento,si fa passare il corpo fisico attraverso le 4 fasi della vita eccitazione, espansione,contrazione,e rilasciamento.
I segnali fisici del flusso energetico appaiono sopratutto nella fase di contrazione e possono essere svariati a secondo della persona,come tremore,convulsione,brividi,freddo alle mani ai piedi senso di anestesia alle mani labbra alle zone di eccesso tensione,ecc
MASSAGGIO metodo Dott.Leanti la Rosa
IL massaggio è globale olistico ideato ed insegnato dal Dott.Giovanni Leanti La Rosa mira a risvegliare il medico latente in ognuno di noi e a stimolare la capacita di auto guarigione.
Uso Questo massaggio abbinando altre mie conoscenze come Reiki e il massaggio Reiki Zenshin kekko, Oshite-chiryoho e con il massaggio energetico spirituale insegnato da S.V.GOVINDAN (maestro del massaggio AYURVEDICO) rendendo cosi il massaggio è ogni trattamento personalizzato, per garantirne la massima efficacia.
lavaggio energetico massaggio globale e olistico

I Chakra
Anche i chakra sono 7, almeno i principali, congiungono i corpi sottili con il corpo fisico.
Sono il legame che unisce l’aura al corpo fisico. Sono delle porte da dove entrano le energie cosmiche che vengono poi distribuite alle cellule del nostro corpo.
Ogni chacra ha una sua particolare vibrazione.
Sono vortici di energia che ruotano su se stessi introducendo nel corpo le vibrazioni a cui sono predisposti.
Se un chakra non è in perfetta sintonia(disarmonico), non riuscirà più a dare al corpo l’energia necessaria per un buon funzionamento, causando così un squilibrio e a lungo andare una malattia.la loro rotazione può essere in senso orario o antiorario.il senso di rotazione varia da chakra a chakra.
È l’equilibrio,il completarsi a vicenda delle forze maschili e femminili,il famoso yin e yang.

chakra-malundra
1)Chakra Mulandra   
S ignificato Radice posizionato alla base della spina dorsale
Parti del corpo plesso pelvico, gambe, piedi, intestino grasso, denti, colonna vertebrale, sangue e sistema circolatorio. Ghiandole surrenali.
Elemento: Terra. Cibo proteine, carne.
Colore: Rosso.
Nota musicale: Do.
Cristalli diaspro sanguino, ematite, granito rosso, onice nero, ossidiana, quarzo fumè, tormalina nera, rubino.
Funzioni: è collegato con il senso del tatto e con la vita a livello fisico, materiale,corporeo,con i bisogni primari di sopravvivenza e riproduzione.
Rappresenta l’energia fisica e la voglia di vivere a livello fisico. Esprime il radicamento nella vita, il collegamento dell’uomo con la madre terra.
Se è aperto e ben funzionante,abbiamo molta energia e sappiamo vivere con determinazione,sappiamo adottarci alle difficoltà della vita e procurarci i mezzi materiali necessari per sopravivere,abbiamo l’energia per riprodurci.in caso contrario,avremo paura dei problemi che la vita può presentare:poco denaro,perdita del lavoro,paura che venga a mancare il cibo, ecc.
Funzionamento armonico del primo chakra buona salute fisica buon radicamento,stabilita psicologica fiducia nel mondo,buon rapporto con la dimensione corporea.
Come equilibrarlo? Con trattamento Reiki o con altre terapie adatte o pure partecipando a un seminario reiki.
chakra-svad
2) Chakra Svadhisthana
Significato dolcezza posizionato ombelico e vertebre sacrali.
Parti del corpo: organi di riproduzione,fianchi,parte inferiore della schiena,reni e sistema linfatico.Ghiandole Gonadi (ovaie,testicoli).
Elemento: acqua.
Cibo: liquidi.
Colore: Arancio.
Cristalli corniola, diaspro,ambra, tormalina rossa. Pietra di luna.
Funzioni: collegato con la riproduzione,le emozioni,la creatività; è perciò la fonte dell’energia e del piacere sessuale, ma anche di quello per le cose belle e per l’arte.
Presiede ai rapporti con l’altro sesso, all’intuizione emotiva, all’eros e all’equilibrio nella coppia.
Se è aperto e ben funzionante, ci fa apprezzare la vita e affrontare cose e situazioni con entusiasmo. In caso contrario, c’impedisce di provare piacere materiale, di avere rapporti soddisfacenti,di godere la vita, di superare gli ostacoli con fiducia e capacità.
Funzionamento armonico di questo chakra = capacita di provare piacere e di prendersi cura di se e degli altri, buona assimilazione del cibo, vita affettiva armoniosa ,atteggiamento socievole e flessibile.
Come equilibrarlo ? partecipando ad un seminario reiki, o con un trattamento reiki o con altre terapie adatte
chakra-manipura
3) Chakra Manipura
Significato gemma rilucente
Posizionato al plesso solare.
Parti del corpo: fegato, cistifellea, milza, stomaco, sistema nervoso. Ghiandole pancreas.
Elemento: fuoco.
Cibo: carboidrati, colore giallo.
Nota musicale: mi.
Cristalli: ambra, calcite giall, pirite,quarzo citrino, quarzo occhio i tigre, topazio dorato.
Funzioni: è collegato con la razionalità la vitalità,la volontà attiva, il potere, l’affermazione di s’è nella società. Determina l’auto accettazione e stimola il desiderio di realizzarci.
Se è aperto e ben funzionante, ci consente di muoverci nella vita in modo armonioso,consapevoli del nostro valore.in caso contrario, proveremo un senso di inferiorità e di insicurezza,mancheremo di logica razionalità; pur di vincere queste sensazioni, potremmo diventare prepotenti.
Funzionamento armonico di questo Chakra buona autostima fiducia, responsabilità affidabilità, capacità di accettare le sfide, senso del potere personale, gioco.
Come equilibrarlo? Con terapie adatte com e il Reiki o pure partecipare a dei seminari di auto guarigione come reiki, Yoga meditazione ecc.
chakra-anahata
4) Chakra Anahata
Significato non colpito
Posizione regione cardiaca.
Parti del corpo: cuore, polmoni, nervo vago, sistema circolatorio, epidermie.
Ghiandole Timo.
Elemento: aria
Cibo: verdure colore verde e complementare rosa
Nota musicale: Fa.
Cristalli: avventurina, crisoprasio, dioptasio, giada, malachite, smeraldo, kunzite,quarzo rosa,rodonite, tormalina rosa e verde.
Funzioni: è il ponte che mette in contatto i tre chacra inferiori (fisici ed emotivi) con i tre superiori (mentali e spirituali).
Ci consente di amare in modo pieno e incondizionato; da’ amore per le arti, la bellezza, l’armonia.
Se è aperto e ben funzionante, sappiamo metterci in relazione con le persone e il mondo che avvertiamo come parti di tutto, siamo in grado di amare senza secondi fini, senza ossessività, irradiando calore e serenità, valutiamo in modo positivo le nostre azioni e vediamo negli altri dei sostegni.
In caso contrario, non siamo in grado di amare e proviamo ostilità per gli altri con i quali tendiamo a misurarci con spiritoaggressivo. Funzionamento armonico di questo chakra amore per sestessi, empatia, compressione, compassione, apertura, intimità, autoacettazione ed accettazione degli altri, equilibrio tra dare e ricevere.
Come equilibrarlo? Musiche rilasanti e armoniose con meditazione sulla pace, il contatto e amore con la natura e gli animali , con seminari di armonizzazione specialmente con un seminario di Reiki Healing.
chakra-vishudda
5) Chakra Vishudda
Significato purificazione
Posizione Gola.
Parti del corpo: cervicale, laringe, corde vocali, esofago, collo, trachea, orecchi, bronchi e polmoni Ghiandole tiroidi.
Elemento: suono/etere.
Cibo: frutta
Colore: blu note musicale Sol.
Cristalli: agata dal pizzo blu. Amazzonite, acquamarina, azzurrite, celestine, crisocolla, lapislazzuli, tormalina blu, turchese.
Funzioni: è collegato con la comunicazione, la capacità di esprimere pensieri e sentimenti, è associato all’udito e alla voce.
Se è aperto e ben funzionante siamo in grado di dialogare con noi stessi e di rapportarci con le persone e le cose in modo da nutrire correttamente sia il fisico sia lo spirito, valutiamo in modo corretto il nostro ruolo nella società e siamo capaci di trarne la massima soddisfazione.
In caso contrario, ci aspettiamo sempre il peggio dalla società, temiamo di essere respinti e di conseguenza ci chiudiamo verso il mondo assumendo un atteggiamento difensivo, aggressivo, temiamo fallimenti sociali e lavorativi e possiamo diventare delle vittime.
Funzionamento armonico di questo chakra comunicazione chiara, buona capacita di ascolto, vivere in modo creativo, sincerità autenticità, fiducia. Come equilibrarlo? Attraverso meditazioni contemplative tramite trattamenti reiki e con musiche classiche, partecipare a seminari di spiritualità ecc.
chakra-ajna
6)Chakra Ajna
Significato centro del comando
Posizione: fronte e nuca.
Parti del corpo: nuca, parte inferiore del cervello, occhio sinistro, naso. Ghiandole pineale o ipofisi.
Elemento: luce
Colore: indaco nota musicale la.
Cristalli: ametista, azzurrite, flurite, lapislazzuli, sodalità, sugilite.
Funzioni: viene chiamato anche terzo occhio ed è collegato con la visione superiore e la consapevolezza, con le facoltà mentali e intellettuali più elevate, con la volontà e la memoria.
Sono pochi coloro che hanno il terzo occhio aperto perché ciò comporta un alto livello di coscienza, meno raro è che sia ben funzionante.
In questo caso il sesto chakra ci rende capaci di analizzare e mettere in pratica concetti intellettuali, ci dà percezioni extrasensoriali che, unite alla conoscenza intellettuale, ci consentono di guidare la nostra vita realizzando i nostri desideri più profondi.
In caso contrario, avremo confusione di idee, incapacità di tradurle in pratica oppure,al contrario, ostinazione nel voler mettere a tutti i costi in pratica idde sbagliate.
chakra-sahasrara
7)Chakra Sahasrara
Significato mille petali
Posizione: sommità cranica.
Parti del corpo: pituitaria.
Elemento: pensiero
Cibo: digiuno
Colore: bianco e oro
Nota musicale Si.
Cristalli: quarzo ialino (normale, mutilato, tormalinato), calcite biaca, diamante, diamante herkimer, selenite.
Funzioni: è detto anche centro della corona, in cui si trovano tutti i colori dell’iride.
È collegato con la nostra parte più elevata e spirituale, con l’universo e con il divino. Tutti gli altri chacra sono sottoposti ad esso.
Se è aperto e ben funzionante, giungiamo alla completezza , ma attenzione: tutti gli altri chakra devono essere funzionanti, il settimo da solo non basta. In caso contrario, saremo chiusi verso la spiritualità, incapaci di comprenderla e quindi tendenzialmente materialisti.
Funzionamento armonico di questo 7 chakra, intelligenza, consapevolezza, apertura mentale, connessione spirituale, capacità di assimilare informazioni.
I Chakra
Tecnica di guarigione per Purificare,armonizare i chakra e allo stesso tempo protezione ed evoluzione spirituale
Nell’Arcobaleno avviene la rivelazione fisica delle sette emanazioni della luce, esse sono per tutta la vita connesse al nostro corpo fisico, nei punti vitali chiamati Chacras ponti che colegano lo spirito al corpo: sboccare questi centri da energie negative o blocchi energetici porta guarigione e ordine nella connessione Divina e risveglia in noi le capacità, intuizione, i talenti ecc. il potere interiore
Ed ogni chakra a un suo simbolo chiave di interveto per purificare e ristabilire il contato con la sorgente di luce
questo può essere insegnato in un seminario della durata di 7/8 ore verrà insegnato la centratura,allineamento auto – trattamento e trattamento su altri e utilizzando le chiavi energetiche è possibile trattare chi ne ha bisogno a distanza, chi ne fosse interessato può contattarmi al Cel.3355394700
vedi cartella healing la forza dell'amore ,e massaggi olistici
Mandala
Parola sanscrita, in tibetano Kilkor, significa “cerchio Magico”.
Si riferisce ad una figura geometrica sacra usata per la meditazione e caratterizzata da un cerchio ed un quadrato irradianti da un punto centrale. Viene detto anche “danza intorno al centro” a partire dal punto, perché il vero centro di un cerchio è il punto.
Il punto simboleggia l’unità la totalità la perfezione ,perché è un simbolo del Divino in quasi tutte le epoche e le culture.
Jung interpreta il mandala come un’espressione archetipa del sé e della totalità e dice che disegnando mandala, questi possono stimolare e regolare l’attività creativa con effetto terapeutico. Creando un mandala si entra interiormente in movimento perché il Mandala è il movimento, è la ruota della vita, la raffigurazione dell’universo, sorge continuamente dal centro, tende all’esterno ed al tempo stesso dal molteplice converge verso il proprio centro.
Ogni essere umano riconosce questo modello fondamentale, poiché lo porta in sé.
Il Mandala, indipendentemente dalla tecnica e dal materiale con cui è realizzato, è in grado di trasmetterci la sua energia più profonda: un’energia di pace, di purezza.
Di seguito alcune indicazioni sul valore dei nomi che vengono tratti anche
dal volume: Immagini Buddiste di Hans Wolgang Schumann ed. Meditteranee:
Avalokiteshara: è il più eccelso Bodhisattva trascendente perché ha
trionfato sul "mondo" e non è più vincolato alle Leggi Naturali
MahaKaruna: è il Bodhisattva che mosso da una grande pietà aiuta tutti
quelli che lo invocano quindi ha una grande compassione, vuol anche dire "la
grande Karuna"
Kuan -Yin : è il corrispondente nella in forma cinese
Kannon : è il corrispondente secondo la forma Giapponese
Chenrezi : è il corrispondente secondo la forma Giapponese
Karuna : è l'immagine guida del Bodhisattva che mosso a compassione (Karuna)
si prodiga per gli altri senza risparmio     
I mandala
CRISTALLOTERAPIA
L’utilizzo dei cristalli presume la conoscenza delle loro energie ,alcune di esse sono in relazione a piani divini,e ad vari pianeti luna,marte mercurio ,giove saturno sole,ecc.
talvolta le virtù delle pietre sono in relazione con le virtù dei pianeti ogni pietra a una sua vibrazione nel corso di cristallo terapia non solo si impara a programmare una pietra con una forma pensiero che noi diamo a tale pietra ma a merla in relazione con il suo pianeta appartenente con un rituale di purificazione con la chiamata dell’angelo del pianeta(invocazione ) e con il consacrare le pietra per esaltare le sue virtù allo scopo di riequilibrare l’intero complesso energetico di un organismo, per la Meditazione, per sviluppare l’intuizione, per apprendere dai sensi superiori, e a livello terapeutico.
I Cristalli possono essere usati in vari modi ed in moltissime situazioni; da soli o come ausilio di altre discipline come il Reiki, healing ,massaggi, la Riflessologia Plantare, e a tutto ciò che la nostra intuizione possa guidarci,impareremo ad ascoltare le pietre esse parlano,e ad provare a trasferire la nostra coscienza nella pietra per poter capire come usare le pietre per le varie tecniche irradiare (radianti)magnetiche,e di estrazione come proteggere un ambiente o come rinforzare l’aura , aiutare e sbloccare i nostri centri energetici (chakra).
Il Programma completo di Cristallo Terapia è articolato in 8 giorni intesivi o pure possono essere su divisi in 4 week-end il programma è basato alla meditazione e sulla percezione della pietra .
Al momento posso consigliarvi di procurarvi una sugilite.
E’ un minerale opaco, scoperto di recente, caratterizzato da un intenso colore viola.
La sua sperimentazione da un punto di vista spirituale e terapeutico ha però già dato importanti risultati.
L’energia che irradia questa “nuova” gemma è molto potente al punto di riuscire a spiritualizzare la materia é questo il principale insegnamento che da essa deriva, riuscire a portare le energie più sottili nel mondo pesante e riconoscere la presenza divina in ogni circostanza della vita ed in ogni creatura.
E’ una pietra da indossare per rimanere costantemente in sintonia con i centri più elevati anche quno ci sentiamo sprofondare negli abissi della nostra dimensione .
Meditando con un frammento di sugilite applicato sul terzo occhio è possibile compenetrare i labirinti occulti che originano una malattia giungendo al cuore del problema.
E’ più facile estirpare malattie,anche di grave entità, quando se ne recidono le radici.
In relazione ad una capacità di spiritualizzare ed elevare la materia, la sugilite dona saggezza, comprensione e , soprattutto, rende meno pesante il fardello del proprio Karma.
Pietre per lo Zodiaco
Ariete = Diaspro, pietra paesina
Toro = Avventurina, Giada
Gemelli = Fluorite, Agata
Cancro = Cristallo di Rocca, Perla
Leone = AMBRA, Occhio di tigre
Vergine = Quarzo rosa, Rodonite
Bilancia = Amazzonite, Calcedonio
Scorpione = Corniola, Tormalina
Sagittario = Malachite, Ametista
Capricorno = Ematite, Ossidiana
Aquario = Lapislazzuli, Acquamarina   
Pesci = Sodalite, Corallo
Quarzo Rosa   Armetista

Pilotaggio della Realtà
Seminario Pilotaggio della Realtà salvezza  globale e sviluppo armonico ,
Il metodo si basa sugli insegnamenti di Grigori Grabovi per il miglioramento lo stato del benessere psicofisico
Le metodiche russe quali efficaci teconologie per la ricostruzione del benessere psicofisico ed il pilotaggio della realtà  tramite l'aiuto della consapevolezza svilupata da Grigori Grabovi. Tecniche di base per lavorare con diversi disturbi psicofisici tecniche per il pilotaggio della realtà Armonizzazione del passato, del presente e del futuro  con l'aiuto delle seguenze numeriche trasformazione del negativo in positivo tramite seguenze numeriche,normalizzazione di situazioni finaziarie tramite l'aiuto delle seguenze numeriche Armonizzazioni dei rapporti familiari,armonizzazioni delle condizioni di lavoro, trattamenti di animali,sostegno della giovinezza e rigivanimento,pulizia energetica degli ambienti, e altro ancora tutto con la seguenze numeriche,

Il pilotaggio della realtà
Ecco una prima fase di meditazione di pilotaggio alla portata di tutti
Come iniziare se si vuole fare un pilotaggio della realtà, Si inizia con qualche respirazione calma è profonda ,si porta attenzione al cuore e si inizia dicendo " Io entro nella mia anima vedo e agisco come vede e agisce il Creatore Salvezza globale e sviluppo armonico visualizzate il globo terreste con la sequenza numerica 19725181 sentite amore per la madre terra dite pace e armonia ,ora iniziate un vostro pilotaggio personale focalizzando su ciò che desiderate usando le frequenze numeriche specifiche esempio se volete trasformare qualcosa di negativo in positivo,dite lavoro sulla mia situazione negativa, visualizzate la situazione e scrivete nella scena la seguente frequenza numerica 1888948, e percepite che tutto si trasformi come volete che sia ,affermando tutto sia nella norma del creatore, poi immaginate un sole che illumini tutto ciò e che dal vostro cuore e dal vostro terzo occhio un raggio di luce illumini la situazione, e la scena a una sua luce, e dite illumino e fisso questo risultato del mio pilotaggio col la luce del creatore(sole) con la luce del mia anima(raggio di luce che emanate dal vostro cuore e dal terzo occhio ) allo sfondo della luce del creatore ,dite ora la data e l'ora mentre fate questo, e ringraziate dicendo tre volte grazie --------------------- frequenza numerica per smettere di fumare 1414551 per purificazione di tutti i corpi 719 armonizzare il presente 71042 del futuro 148721091 per situazioni finanziarie 71427321893 ecc vi sono diverse frequenze numeriche per ogni situazione pratica della vita ect.. naturalmente questo e solo per un inizio una semplice operazione alla portata di tutti, poi vi sono seminari che possono aiutarvi ad approfondire e lavorare al meglio e creare le vostre possibili realtà il pilotaggio della realtà

Alievi di healing consegna di attestato
seminario di healing la forza dell'amore
Contatti Roberto Milesi Mabile 3355394700
Rituali x l'amore e la fortuna elimino il malocchio
Torna ai contenuti